Biberon e tettarelle: quali usare

Al momento di acquistare i biberon mi sono trovata davanti ad un universo di cui sapevo ben poco. Con un po’ di ricerche ma soprattutto buoni consigli, ho scelto quelli della Nuk. Il loro segreto sta nella tettarella anticolica che rende la suzione priva di aria.

In questo modo il neonato può ciucciare senza rischiare le tanto temute coliche. Infatti le coliche arrivano se il bambino, insieme al latte, succhia dell’aria che poi finirà nello stomaco e quindi nell’intestino provocandogli delle fitte fastidiose che lo faranno piangere un bel po’. Le coliche sono l’incubo dei genitori, soprattutto nei primissimi mesi e fanno talmente paura che spesso, se il bambino piange di notte, si tende subito a pensare ad una colica, spesso invece non è così. Impaurita anch’io come gli altri genitori dalle coliche mi sono informata un po’ per capire quali biberon e tettarelle comprare per evitare di far star male la mia piccola.

Ho comprato due biberon della Nuk da tenere in casa non appena tornata dall’ospedale e, verso il terzo mese, ho comprato soltanto le tettarelle di ricambio, lasciando il contenitore. In questo modo ho risparmiato un po’ pur cambiando le tettarelle che dopo qualche mese ne hanno bisogno. Le tettarelle si trovano in confezioni da due e potete scegliere tra quelle in lattice o in silicone. Personalmente preferiscono quelle in lattice. Anche i contenitori vanno cambiati dopo un po’, certamente soffrono meno l’usura rispetto alle tettarelle, ma almeno ogni due-tre mesi è bene cambiarli. I prodotti della Nuk potete trovarli da DM e online su Amazon.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *