Criteri per l’assegnazione dell’asilo nido nel Comune di Milano

Iscrivere un bambino all’asilo nido comunale di Milano: come fare, quali sono i criteri che il Comune usa per stabilire le graduatorie e assegnare i posti all’asilo, come si presenta la domanda di iscrizione, quale asilo scegliere per avere più probabilità di trovare posto nella scuola indicata. Sono tante le perplessità e le informazioni che un genitore deve reperire per iscrivere un bambino all’asilo nido comunale e sperare che venga preso evitando di pagare le rette salatissime degli asili nido privati.

Criteri e punteggi per l’assegnazione del posto al nido comunale

Il Comune di Milano ha stabilito alcuni criteri che utilizza per stabilire il punteggio relativo ad ogni domanda presentata e per stabilire poi le graduatorie. Questi criteri si basano su:

  • vicinanza del nido comunale con la residenza dei genitori, il criterio che dà più punteggio
  • informazioni ISEE del nucleo familiare
  • modalità di lavoro dei genitori: full time, part time, disoccupato. Il full time è quello che dà il punteggio più alto
  • invalidità del bimbo
  • se presente un fratello/sorella maggiore già iscritto a un nido comunale
  • se un genitore è vedovo
  • se il bimbo è gemello

La vicinanza del nido alla residenza: il contapassi del Comune di Milano

La vicinanza del nido alla residenza del bambino e del proprio nucleo familare è un criterio importantissimo nel Comune di Milano. Tanto importante che il Comune ha creato uno strumento: il contapassi. Questo strumento “Geoschool” serve a stabilire quale sia il nido comunale più vicino alla propria casa. Andando online, si visualizzerà una mappa della città di Milano, quindi scrivendo il proprio indirizzo, la mappa interattiva mostrerà quali sono gli asili nidi più vicini alla via indicata. Il contapassi sarà la spada di Damocle di tutti i genitori che devono mandare un bimbo all’asilo: dando lui da solo 40 punti, è evidente che condiziona molto la scelta delle preferenze. Infatti, si è in qualche modo costretti a puntare sul nido più vicino casa perché lì si avrà più probabilità di avere un punteggio più alto, anche se magari la struttura non sarebbe quella preferita dai genitori.

Le preferenze dei nidi quando si fa la domanda

Al momento della preparazione della domanda (con il Covid ormai si fa tutto online) si devono indicare gli asili nidi scelti per iscrivere il proprio figlio/a. Le preferenze permesse sono 4, ma le prime 2 le assegna il Comune di Milano con il criterio della vicinanza e sono quelle in cui si ha un punteggio di partenza di 40 punti. Poi si possono scegliere altri due nidi e il consiglio qui è di cercare di puntare sulla vicinanza perché pare sia proprio il criterio fondamentale per i servizi all’infanzia del comune di Milano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *