Addio a Isabella De Bernardi: i pezzi cult de Un sacco bello

E’ morta Isabella De Bernardi, attrice, caratterista e figlia d’arte. Esordì con Carlo Verdone, ma lavorò anche con Alberto Sordi e nei ragazzi della Terza C interpretando la mitica Tisini.

Tra le scene cult de Un sacco bello che consacrarono nella memoria del grande pubblico il personaggio di Fiorenza restano praticamente tutte quelle in cui il suo personaggio appare. La giovane Hippie, compagna di Ruggero, giovane scappato di casa che il Padre (Mario Brega cerca di recuperare senza mai poter comprendere il gap che li divide) ad ogni battuta regala una frase che rimase scolpita come perla dei dialoghi di quella pellicola.

I dialoghi di Fiorenza ne Un sacco bello:

Mentre Fiorenza e Ruggero sono al semaforo a chiedere soldi agli automobilisti:
«Tieni e non ti ci comprare la droga..»
«Me sa che dù gettoni e’ difficile comprasse la droga, comunque è un’esperienza che non ci interessa. Grazie e buona giornata.»

A casa di Ruggero, a Mario Brega

«A stronzo. Punto sclamativo».

«Attento fascio, che io a mi padre gli ho già sputato in faccia, attento»

Isabella De Bernardi racconta Un sacco bello

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *